I professionisti collaborativi

L’avvocato collaborativo

Fornisce consigli, esprime opinioni e garantisce al cliente protezione; ricerca la soluzione concentrandosi sulla negoziazione e su un approccio consensuale.

 

Indirizza il cliente, gestisce il conflitto, guida la negoziazione, è garante di un contesto nel quale ci si attende che egli stesso cambi atteggiamento rispetto al ruolo svolto tradizionalmente: dal contraddittorio al dialogo, dall’approccio basato sui diritto all’approccio basato sulla soluzione dei problemi, dalla logica vincitore/vinto alla logica vincitore/vincitore (win/win).

 

Fa parte di una squadra. Il compito degli avvocati coinvolti del processo collaborativo è quello di trovare un risultato che soddisfi gli interessi di entrambi i clienti, in modo che la soluzione sia produttiva nel lungo tempo e, soprattutto, sia adottata nell’interesse dei figli.

 

L’esperto delle relazioni

Individua e dà priorità ai bisogni e agli interessi delle parti e imposta e rinforza una comunicazione costruttiva.

 

Incoraggia il dialogo e promuove l’accordo tra le parti, favorendo la negoziazione comune degli interessi.

 

Promuove un modello di genitorialità condivisa e aiuta le parti a sviluppare efficaci capacità di condivisione delle responsabilità genitoriali.

 

Lavora con le parti e con il team, da esperto neutrale, per facilitare la comunicazione e non svolge attività terapeutica.

 

Può svolgere ruoli diversi, in considerazione delle proprie specifiche competenze: facilitatore della comunicazione o anche esperto dell’età evolutiva, quando le esigenze del caso concreto lo richiedano.

 

Il commercialista collaborativo

Assiste le parti nell’affrontare e risolvere le questioni economiche, patrimoniali e fiscali legate alla crisi della famiglia.

 

Fornisce alle parti una consulenza imparziale, neutrale e indipendente, al fine di suggerire soluzioni nell’interesse delle parti e della famiglia.

 

Aiuta le parti a trovare il miglior equilibrio tra le esigenze di tutti e le soluzioni più efficaci a tutela della famiglia.

 

Valuta l’impatto fiscale e patrimoniale delle decisioni economiche, favorendo l’assunzione di accordi consapevoli e per questo condivisi.

 

Aiuta le parti a proiettarsi nel futuro, favorendo decisioni e accordi capaci di durare nel tempo anche dal punto di vista economico.